ZOPPI LORETTA

Home / ZOPPI LORETTA

ZOPPI LORETTA

04/01/2024 | Autori, Editoria | Nessun commento

Image

LORETTA ZOPPI
LE STAGIONI DELL'AMORE

Dettagli prodotto

ASIN ‏ : ‎ B0C87MCLXT
Editore ‏ : ‎NOIQUI (15 giugno 2023)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 108 pagine
ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8398461466
Peso articolo ‏ : ‎ 227 g
Dimensioni ‏ : ‎ 16.21 x 0.64 x 22.91 cm

PREZZO : 14,56

 

PREFAZIONE

“Le stagioni dell’amore” di Loretta Zoppi, mi hanno subito catapultata in un mondo fantastico, man mano che passeggiavo fra le righe delle sue liriche, un leggero senso di permeante dolcezza mi induceva a volgere gli occhi nel luogo dell’incanto, dove più non vedi ma senti…
Questo dice della sua poesia:
“Un mondo sì fatto è poesia è casa che lieta ci accoglie che tutto regala e non toglie la nostra preziosa follia”.
La scrittrice si districa sapientemente tra odi alla natura fino alla sfera dei sentimenti, decantando l’amore filiale, quello amoroso fino ai ricordi della gioventù, sempre con un ritmo fluido, che coglie l’essenza del suo poetare.
Versi come questi rivolti alla cara madre
So già: – mi accoglierai a braccia aperte.
Chi ama questo fa per sua natura del tempo perso
tu saprai la cura e il filo buono avrai per le coperte –
abbracciano una tenerezza infinita, attraverso metafore sempre originali.
E quando si rivolge a un amore che non c’è più, lo fa con la delicatezza di chi ha amato davvero, senza riserve, scevro da risentimento e amarezza.
A tratti, il suo intimo pensiero sembra vagare e fluttuare, ma poi ci si accorge che è ben lucida la sua disamina sui contesti che si palesano dai bellissimi canti poetici.
Riflette, si pone tante domande che vorticano da un estremo all’altro dell’umana catarsi, e bisogna soffermarsi ad assaporare la sua elegante padronanza del verbo, a comprendere fino in fondo la sua anima.
Non lascia spazi vuoti in questi dialoghi poetici, tocca profondamente e saggiamente note profonde del senso delle cose, le quali vengono sezionate amabilmente, a scandagliare l’ignoto e l’imponderabile.
Il passato che vive nel presente non è entità scissa, ma un tutt’uno che rientra nell’ordine del ciclo vitale, come recita in “Un solo presente”
Nessun passato resta/sempre un sol presente/…
E poi si rivolge alla vita che – tutto prende e tutto dà – nel bene e nel male, in un incessante countdown di esperienze, belle e meno belle, fatte di sole e di buio ma che fanno parte del nostro respiro. L’emozione torna nei giorni sordi, a dare nutrimento al fugace istante, aggrappato alla sensazione d’infinito che solo l’amore può suscitare, come un usignolo che richiama il suo amato compagno.
Loretta ci decanta l’amore leggiadro e carezzevole, in contrapposizione a quello più travolgente, d’ardente bramosia.
Ci porta a meditare sul senso della morte e i suoi dilemmi e poi ci fa rivivere note nostalgiche quando, in età avanzata, diventa esigenza impellente il ritorno alle radici, alla “casa”.
L’autrice avanza un’analisi complessa del nostro esistere, docile dapprima, aspra e a tratti criptica, poi, a trattenere parole in gola che vorrebbero esplodere nel suo più folle impeto.
Le stagioni, i mesi, il mare si rispecchiano nei passi dell’uomo, e tutto evolve in tale aere di incanto che non smentisce vane attese e arsura di un oltre…
E in questo fermento di emozioni contrastanti c’è tutto il suo scrutare nel profondo i fremiti più celati che non si adeguano all’accettazione, priva di coraggio, degli stessi tormenti da cui rifugge, seppure li trattenga con singolare caparbietà e amor di vita.
La bellezza e la melodia dei suoi scritti accolgono espressioni che puntano dritte al cuore del lettore, come un’attraente signora, dal raffinato incedere, un “fior di loto sull’acqua stagnante”.
Tutto questo e altro ancora sono la magia dei versi vergati dall’eccellente poetessa, sognatrice che non ignora verità e s’invola in questo /assurdo vizio che è la vita/.
Francesca Patitucci

BIOGRAFIA

Loretta Zoppi è nata ad Osimo nel 1953 dove ha frequentato l’Istituto Tecnico di Ragioneria. Sempre nella sua città ha lavorato da esperta artigiana ma, da autodidatta, proprio nella struttura che la vede operosa, ha continuato a coltivare la sua grande passione per la scrittura annotando su un foglio, che tiene sempre accanto, pensieri e sentimenti.

Sue liriche sono state ospitate nelle riviste di letteratura “Steve”, “Contrappunto”, “Tracce”, “La Vallisa”, “Tarzia” e “Versi”.

Ha partecipato, ottenendo buoni risultati, a diversi premi letterari:

Finalista con Riconoscimento Speciale al “Premio Nazionale di Poesia inedita “Azetinon d’oro” città di Rutigliano,

Primo premio assoluto per la regione marche alla sesta edizione del “Gran premio nazionale regioni d’Italia “promosso dal centro studi poesia del ‘900 Carlo Capodieci, a Roma

primo premio assoluto all’XI concorso nazionale “Fanum Fortunae d’Oro “città di Fano

Nella XIX edizione del concorso di poesia “Il giro di Italia di poesia in cornice 2012” ha vinto la pubblicazione di un libro. La raccolta dal titolo “La mosca sul vetro “con la prefazione del poeta Danilo Mandolini, le è stata consegnata presso l’accademia delle Arti di Melegnano dalla casa editrice Montedit e dall’associazione “Il club degli autori”.

Alcune sue liriche sono state inserite nella decima Apparizione di “ARCIPELAGO ITACA” rivista di letteratura e altri percorsi curata da Danilo Mandolini

Al concorso letterario “Risvegliamo le parole” di san Cesario di Lecce è risultata finalista con la lirica “Il risveglio”.

Nel XX concorso letterario “Il giro d’Italia Poesia in cornice 2013 vince di nuovo una pubblicazione con “ETNA”, una poesia che la signora Zoppi compone su invito 

 delle Edizioni del laboratorio di Modena, per essere inserita nella raccolta” I Nomi del Fuoco” (antologia della IV Biennale Nazionale Letteratura e Ambiente, al fianco di autori di prestigio come, tra gli altri, Mario Luzi, Carlo Alberto Sitta, Maria Luisa Spaziani ed Elio Grasso).

Il 31 dicembre 2013 il suo racconto “La gazza ladra vanitosa “viene premiato quale opera vincitrice per la narrativa nella XXXV edizione del Premio Sesto Properzio nella città di Spello.

Il suo racconto “la medaglia d’onore “ha ottenuto un secondo premio al concorso di scrittura “San benedetto nel cuore” e un quinto premio al concorso “Premio San Valentino 2014”

Nel 2014 le viene pubblicato, sempre perché vincitrice di un concorso, un secondo libretto di Poesie dal titolo “Una sera a teatro” edizioni Montedit.

Sempre in questo anno, inizia a comporre filastrocche per la sua nipotina fino a dedicarle un libro “Le Filastrocche di nonna TA'” edito dalla casa Editrice Montedit nel 2019.

In quello stesso anno, con la stessa casa editrice ha curato un libro di Autori Vari “Le Filastrocche dell’Arcobaleno” i cui proventi sono stati devoluti da Loretta alla Lega del Filo d’Oro di Osimo (AN)

Approfondendo gli studi sulla metrica sotto la guida della professoressa Lidia Guerrieri di Piombino, ha raggiunto una padronanza della rima e della poesia in metrica.

Tale risultato l’ha portata, insieme alla poetessa Guerrieri, a curare una raccolta poetica di soli sonetti a cui hanno partecipato 35 valenti autori italiani.

Tale raccolta, “Il canto delle Pleiadi “verrà pubblicata dalla regione Marche poiché molti sonetti sono dedicati proprio alla sua regione.

Loretta, che comunque non ha smesso di scrivere Filastrocche, ha collaborato con il suo gruppo di Facebook Le Filastrokke di nonna TA’ alla guida didattica per la scuola dell’infanzia “Il sacco delle storie” Il Capitello edizioni, collaborazione tuttora in corso per la nuova guida didattica.

Recenti pubblicazioni la vedono autrice di quattro libri per i bambini (Gli animali del bosco, della città, della campagna, del mare) con la casa editrice Il Gatto Verde, collana che prevede altri habitat da esplorare.

About Author

about author

lzampi

Fondatore del gruppo NOIQUI e ideatore del sito

Lascia un commento