PELIZZA SUSANNA

Home / PELIZZA SUSANNA

PELIZZA SUSANNA

04/01/2024 | Autori, Editoria | Nessun commento

Image

SUSANNA PELIZZA

POESIA DELL'INERZIA

Dettagli prodotto

ASIN ‏ : ‎ B0BNZQP1N6
Editore ‏ : ‎ Independently published (5 dicembre 2022)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 113 pagine
ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8367016147
Peso articolo ‏ : ‎ 209 g
Dimensioni ‏ : ‎ 14.81 x 0.66 x 21.01 cm

Prezzo : € 15,60

 

PREFAZIONE

“Poesie dell’inerzia”, un titolo apparentemente enigmatico che si disvela, via via, attraverso i versi originali di Susanna. I suoi scritti, spesso concisi, in realtà sono pregni di significato, efficaci e forniscono lo spunto alla rilettura per entrare profondamente nel senso dei suoi componenti.

Le liriche esprimono un senso di nostalgico incontro tra la realtà e ciò che è stato, ma ancor di più di ciò che sarà, nel tempo, quale sarà il significato dello stare a questo mondo.

Attraverso la sua “Amico” ci spiega l’importanza della poesia, a chi non crede nella sua essenza, in quanto in realtà sono i lettori carenti di passione per l’arte, ché la stessa “non ha un tetto, ma aspetta solo un nuovo architetto”.

Interessante è la sua “Circolarità dello spirito” dove afferma che, negli anni, non smettiamo di parlare dello stesso argomento, cambia semplicemente l’interlocutore, il posto, i modi ma, la sostanza, la ricerca del “quid” che manca, resta incastonata nella stessa essenza.

Le parole “ricordi” e “tempo” ritornano sovente negli scritti dell’autrice, una linea di demarcazione tra il passato vissuto ed il tempo inclemente, che fugge via.

 

Nella totalità della sua dissacrante analisi poetica, si respira questa acuta e continua ricerca di ciò che la vita non è in grado di farci intendere, in aggiunta alla vena malinconica di albori d’un passato che ritorna nelle reminiscenze della notte.

E la poesia risolleva l’anima dai tumulti intimi, continui, di un essere che brancola nelle feritoie dell’esistenza, a percepire sfumature di bellezza profonda, tra i versi che conducono oltre la caducità e la sofferenza terrena, libera in un

 “universo mobile”.

L’inerzia di una sofferta vita si consuma tra una penna fatta di osservazione, e una sedia che la tiene al tavolo dei tanti perché, irrisolti, a cercare l’altra faccia del vivere, nella magia della sua compagna “Poesia”.

Francesca Patitucci

BIOGRAFIA