NOVELLO ROSANNA

Home / NOVELLO ROSANNA

NOVELLO ROSANNA

11/03/2024 | Autori | Nessun commento

Image

ROSANNA NOVELLO

CORIANDOLI DI VITA

Dettagli prodotto

  • ASIN ‏ : ‎ B0CXPHDRV8
  • Editore ‏ : ‎ NOIQUI (10 marzo 2024)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 138 pagine
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8884429925
  • Peso articolo ‏ : ‎ 240 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 14.81 x 0.81 x 21.01 cm
  •  

Prezzo : € 15,60

 
 

 

 

PREFAZIONE

Apro questa preziosa raccolta di Rosanna infilandomi piacevolmente in una filastrocca, verosimilmente, attraverso versi rimati e musicali che raccontano gaiamente come da situazioni spiacevoli possano nascere belle emozioni; nel caso specifico trattasi di una farfalla che subisce un incidente e, nonostante ciò, la bellezza delle sue ali, pur se deturpata, riesce a catturare la meraviglia del calabrone, in quanto ora avrà delle “Ali di pizzo”. In realtà la metafora che ne viene fuori è una saggia e attenta riflessione dell’autrice che ci porta a comprendere come dagli errori possano “nascere capolavori”. Su questa scia Rosanna scrive le sue particolari poesie e prosa, facendoci entrare in un mondo fanciullo fatto di fiabe, che celano una morale sempre all’erta a insegnare, attraverso elementi della natura, principi fondamentali della vita. Un senso di leggerezza mi abbraccia mentre lo sguardo scorre tra i suoi colorati e divertenti versi, propri della sua passione per i bimbi, della quale ne ha fatto il suo lavoro e la sua missione, che possiamo evincere dalla sua biografia. E ci vuole tanto amore, che lei sicuramente non lesina, a trasformare i suoi autentici e puri messaggi, mediante la scrittura con una soluzione a ogni perplessità. Ciò la dice lunga sulla sua personalità di positive aspettative e di introspezione che vanno oltre i suoi racconti/liriche/filastrocche, apparentemente sobri e colorati. Leggendo si intuisce da subito quanto scruti meticolosamente madre natura e tutti i suoi elementi, per poter creare dei veri e propri dialoghi fra loro, in un crescendo di curiosità ad attendere l’epilogo, sempre speranzoso. È molto interessante affacciarsi ai suoi scritti che decantano l’affetto per i suoi cari e per chi, come i nonni, pur nelle loro fragilità, magicamente, riescano a trovare il sorriso, giocando con i nipotini.

Lei esprime un io profondo, fatto di malinconica consapevolezza di fronte alle negatività della vita, ma lo fa con estrema delicatezza senza mai cedere il passo alla rassegnazione.

È un animo puro quella dell’autrice, non c’è dubbio, e lo esplicita accattivando grandi e piccini, tale è la sua indole gioiosa e il suo evidente amore per la vita.

Mi sembra di captare, nei suoi versi, sin da subito, echi del più famoso Gianni Rodari, la stessa ironia e sensibilità a trattare argomenti e comportamenti di vita essenziali, senza mai scadere nel moralismo, fine a se stesso. Lei volteggia come una fata in un caleidoscopio di oggetti, animali, eventi, personaggi lasciando un profumo di dolcezza e tanta saggezza.

Emblematica la chiusa di “Tasche vuote”, dove esprime il modo in cui si libera da tasche, inizialmente piene di affanni, per poi dar spazio al tempo che fa vedere oltre, oltre le brutture e le zavorre inutili:

Senza memorie remote/ ora cammino leggera/a testa alta e fiera/con le mie tasche vuote/

Ci descrive anche i brutti momenti della pandemia, il buio, la solitudine, la malinconia con una verve che fa rallegrare il cuore, capovolgendo il tutto in un’aura di benessere interiore che non lascia indifferenti.

Bellissime le sue rime dedicate alle più belle città della nostra Italia, raccontate in maniera originale e unica.

Questo viaggio poetico, in cui spiccano la filastrocca e la fiaba, mi ha lasciato sulle labbra il sorriso e il sapore del nettare come alle api, e credo che ciascuno di noi, oggi, adulti o bambini, ne abbiamo un gran bisogno; una carezza leggera, un vento fresco che sa di speranza, una primavera sempre nel cuore.

Complimenti e grazie, Rosanna, per tanta allegra e profonda sensibilità, mentre l’incanto si fa strada mano a mano che le pagine di questa silloge scorrono tra le dita.

Francesca Patitucci

 

BIOGRAFIA