ISSORF IGOR

Home / ISSORF IGOR

ISSORF IGOR

03/06/2024 | Autori | Nessun commento

Image

IGOR ISSORF

PRIMAVERA D'AMORE

Dettagli prodotto

ASIN ‏ : ‎ B0D5MGPRKZ
Editore ‏ : ‎ NOIQUI 30 maggio 2024
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 122 pagine
ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8327085985
Peso articolo ‏ : ‎ 218 g
Dimensioni ‏ : ‎ 14.81 x 0.71 x 21.01 cm

PREZZO 15,60

PREFAZIONE

È indubbio che Francesco Rossi, in arte Igor Issorf, canta l’amore con magica delicatezza, ne scandaglia le insenature come un artigiano cesella con una cura da perfezionista le mille sfumature che un cuore innamorato sprigiona e ne lascia traccia indelebile. La bellezza tutta è permeante nel suo scrutare l’arte nelle sue diverse espressioni. La sua gentilezza, che traspare dalle stesse relazioni umane che intrattiene, per chi ha la gioia e l’onore di conoscerlo personalmente come me, è praticamente lo specchio delle sue delicate e intense liriche.

Un gentleman d’altri tempi che ammorbidisce la penna per decantare amorosi sussurri di vita, cercando di ignorare le brutture tutte umane.

È un poeta che illumina con metafore dolci e sottili, che si tratti di elementi naturali o di persone, a cercare ognora la resilienza di un cuore puro, il canto della vita che risveglia nuove e fiduciose emozioni.

Francesco si diletta a scrivere in vernacolo napoletano e romano con una dimestichezza non comune, facendone accattivante arte.

E anche quando parla di disincanto lo fa con una leggera malinconia, sempre fiducioso al giorno a venire.

Leggere un’anima sensibile e accorata mi fa tornare alla mente una certa letteratura inglese dell’800, che peraltro lui ama particolarmente, una Emily Dickinson in pantaloni, romantico e pudico nell’approccio ai sentimenti dell’essere umano, mai sfacciato e incisivo nel linguaggio, una melodia soave e avvolgente che porta la poesia a livelli quasi onirici e par si inchini alla grandezza della stessa metamorfosi poetica.

La natura è spesso musa e metafora che si intreccia alle sue parole, scivolando come fresca rugiada sui fremiti più reconditi del lettore.

Diritti e alti/svettano i pensieri d’amore/ sfidando le leggi/di gravità;

Ecco, lui sfida le leggi dell’uomo, incurante si protende al sogno che nessuno può fermare… anche quando il dolore si fa tormento per la persona amata.

Dolcissima è l’ode alla sua amata Napoli:

/gioiosa rincorre cuori/ dove far vibrare amore/

E poi c’è il tempo a cui dedicare riflessione:

/ il cuore sobbalza di gioia/volendo ancora afferrare/quegli attimi sfuggiti/ rapidi/

Anche quando il tempo fugge Francesco ne cattura gli attimi più belli impressi nella memoria.

Non c’è spazio allo scoramento nei suoi freschi versi e cotanta sensibilità lo fa “volare oltre il dolore”.

Concludo questo fantastico viaggio poetico con il suo inno all’amore e alla vita, sempre e comunque:

“Questo mio amore vero

senza volto e senza voce

rovente come il fuoco

ancora si avvinghia a me

e non mi lascia andar via”

 

Leggere Igor Issorf è un’iniezione di speranza e dolcezza che vi catturerà

immediatamente per innalzarsi verso aliti di luce… di primavere d’amore.

 

Francesca Patitucci

BIOGRAFIA